C’è un Sacro Ordine nell’Universo, che si esprime in ogni cosa, dal più piccolo atomo fino a tutto il sistema solare.
Ognuno di noi è parte integrante di quest’Ordine, eppure, ci siamo dimenticati di queste “Leggi Superiori”, perdendo il contatto con noi stessi, e allo stesso tempo il nostro equilibrio in questo Universo.

“Possiamo essere in pace con noi stessi,
solo se rispettiamo le Leggi che ci hanno Creato”

Il MANDALA NUMEROLOGICO e’ una potente rappresentazione grafica personalizzata che ti dara’ una visione d’insieme delle energie che vibrano in te!

​Viene creato usando il tuo NOME e COGNOME e la tua DATA DI NASCITA.

​Analizzare il tuo MANDALA personale, diventa un ottimo esercizio per comprendere a fondo le scelte, le azioni o gli avvenimenti più importanti che hanno influito sulla tua esistenza.

Ciascuno di noi ha una COMBINAZIONE NUMEROLOGICA UNICA che influisce e, al tempo stesso, guida ogni ciclo dell’esistenza.

Analizzare quindi il proprio Mandala Numerologico sarà come leggere un libro che parla di noi, che ci racconta la nostra storia, che narra le nostre azioni, descrive i nostri talenti e analizza le nostre lacune.

Di questo si occupa la Numerologia: ti insegna a riappropriarti di CHI SEI, a rimettere insieme i PEZZI DI TE, che devono trovare il loro spazio in questa vita, per condurti ad esrimere il TUO POTENZIALE e il TUO PROPOSITO.

Quando ci troviamo di fronte al tuo Mandala, abbiamo davanti a noi un vero e proprio “codice”, il TUO CODICE.
Molte cose sono state scritte al momento della tua nascita, in cui hai compiuto il “primo respiro”: in quell’istante esatto l’imprinting di molti aspetti ti ha definito come quella che SEI OGGI.

In questo codice è scritta la tua Unicità, le tue sfide, i potenziali, i tuoi bellissimi doni, i misteri insondabili del tuo essere.

Quando osserviamo il tuo Mandala, ci affidiamo ai numeri, al loro significato simbolico, per “lasciarci condurre” in una vera e propria Canalizzazione.
Gran parte del lavoro che viene fatto attraverso la lettura non e’ mentale ma “energetico”.

Ci facciamo canali di certe informazioni e lasciamo che arrivino al destinatario, permettendo alla voce di farsi “veicolo” di trasformazione e integrazione.