“La gioia è la nostra vera emozione primaria”
Harville Hendrix



Quest’affermazione ha fatto nascere in me una domanda sulla convinzione che per molti di noi  la vita sia dura, che si debba lavorare duramente ed essere stressati per poter “contare” e che non meritiamo di essere sempre felici, che la gioia è riservata per i fine settimana e le vacanze..
Che la felicita’ e’ un lusso!

E se fosse il contrario?

E se potessimo vivere la vita nel nostro stato naturale di gioia per la maggior parte del tempo solo perché ci siamo svegliati?
Perché respiriamo..
Perché “noi siamo”
Perché “io sono”

Per me e’ essere presente.
Essere intuitivamente consapevole dei miei sensi. Vedere lo straordinario nell’ordinario.

Si tratta di connetterti con chi sei in questo momento, notare il vento tra gli alberi, sentire il messaggio nel silenzio, essere presente nello spazio tra i secondi.

Immagina se tutti noi sperimentassimo la nostra vera emozione primaria ogni giorno.
Penso che questo sia ciò per cui tutti ci battiamo.
Che si tratti di yoga, arte, relazioni, alimentazione, viaggi, libri, ecc … immagina se senza tutte queste cose che ci portano gioia, senza risorse esterne potessimo connetterci a noi stessi e agli altri..

Si tratta di connessione.
Connessione con sé e connessione con gli altri.

Per sentirci vivi e connetterci con quello che vogliono offrire, con chi siamo.

Essere nel momento presente ci porta al nostro stato naturale di gioia.
<3

Federica.